Calciomercato Roma: nodo “recompra” per Perez, la Roma studia le alternative

La Roma studia le mosse di fine gennaio: Carles Perez che sembrava ad un passo adesso potrebbe vacillare di fronte alla proposta del Valencia, mentre dalla Capitale nasce la nuova suggestione Pedro del Chelsea ed il clamoroso ritorno di un vecchio amore per Stephan El Shaarawy

Nella mattinata di ieri molti, quasi tutti, davano per fatti e finiti i tre acquisti della Roma per questo mercato di gennaio. Arrivato Ibanez sembrava una pura formalità gli arrivi di Perez e Villar. Se per Villar tutto dovrebbe essersi definito nel migliore dei modi, per Carles Perez ci sarebbe ancora dei dettagli importanti, ma non insormontabili, da limare.

Il Barcellona coltiva i propri talenti in casa ma la fame di vittorie e la rosa piena di campioni non permette ai giovani di emergere in Catalogna per cui, molto spesso, il diritto di “recompra” è un modo per tenere nelle proprie mani un giovane sul quale si crede. Lo stesso discorso, secondo SkySport, il Barcellona vorrebbe farlo per Perez, talento classe 1998, ma, come ha detto lo stesso Petrachi prima del derby: “La Roma non è la succursale di nessuno”. Segnale chiarissimo che testimonia la poca apertura ad inserire questa clausola da parte della Roma. Si continua comunque a lavorare perchè gli accordi sulle cifre e sullo stipendio si sarebbero trovati e Petrachi non vorrebbe gettare via un’occasione simile.

Pedro ed El Shaarawy le alternative

La Roma però, nel caso l’affare Perez dovesse chiudersi con una fumata nera, si starebbe muovendo per trovare delle alternative. La prima, quella di maggiore esperienza, porterebbe a Londra e si chiamerebbe, Pedro. L’ex esterno del Barcellona, ormai ai margini della rosa del Chelsea, potrebbe essere un innesto importante ma, forse, poco in linea con le politiche societarie. Secondo Footballnews24.it, Stephan El Shaarawy avrebbe manifestato la volontà di tornare nella Capitale ma l’alto stipendio, che percepisce in Cina, complicherebbe non poco la trattativa.

Loading...

Nella mattinata di ieri molti, quasi tutti, davano per fatti e finiti i tre acquisti della Roma per questo mercato di gennaio. Arrivato Ibanez sembrava una pura formalità gli arrivi di Perez e Villar. Se per Villar tutto dovrebbe essersi definito nel migliore dei modi, per Carles Perez ci sarebbe ancora dei dettagli importanti, ma non insormontabili, da limare.

Loading...

Il Barcellona coltiva i propri talenti in casa ma la fame di vittorie e la rosa piena di campioni non permette ai giovani di emergere in Catalogna per cui, molto spesso, il diritto di “recompra” è un modo per tenere nelle proprie mani un giovane sul quale si crede. Lo stesso discorso, secondo SkySport, il Barcellona vorrebbe farlo per Perez, talento classe 1998, ma, come ha detto lo stesso Petrachi prima del derby: “La Roma non è la succursale di nessuno”. Segnale chiarissimo che testimonia la poca apertura ad inserire questa clausola da parte della Roma. Si continua comunque a lavorare perchè gli accordi sulle cifre e sullo stipendio si sarebbero trovati e Petrachi non vorrebbe gettare via un’occasione simile.

Pedro ed El Shaarawy le alternative

La Roma però, nel caso l’affare Perez dovesse chiudersi con una fumata nera, si starebbe muovendo per trovare delle alternative. La prima, quella di maggiore esperienza, porterebbe a Londra e si chiamerebbe, Pedro. L’ex esterno del Barcellona, ormai ai margini della rosa del Chelsea, potrebbe essere un innesto importante ma, forse, poco in linea con le politiche societarie. Secondo Footballnews24.it, Stephan El Shaarawy avrebbe manifestato la volontà di tornare nella Capitale ma l’alto stipendio, che percepisce in Cina, complicherebbe non poco la trattativa.

Nella mattinata di ieri molti, quasi tutti, davano per fatti e finiti i tre acquisti della Roma per questo mercato di gennaio. Arrivato Ibanez sembrava una pura formalità gli arrivi di Perez e Villar. Se per Villar tutto dovrebbe essersi definito nel migliore dei modi, per Carles Perez ci sarebbe ancora dei dettagli importanti, ma non insormontabili, da limare.

Il Barcellona coltiva i propri talenti in casa ma la fame di vittorie e la rosa piena di campioni non permette ai giovani di emergere in Catalogna per cui, molto spesso, il diritto di “recompra” è un modo per tenere nelle proprie mani un giovane sul quale si crede. Lo stesso discorso, secondo SkySport, il Barcellona vorrebbe farlo per Perez, talento classe 1998, ma, come ha detto lo stesso Petrachi prima del derby: “La Roma non è la succursale di nessuno”. Segnale chiarissimo che testimonia la poca apertura ad inserire questa clausola da parte della Roma. Si continua comunque a lavorare perchè gli accordi sulle cifre e sullo stipendio si sarebbero trovati e Petrachi non vorrebbe gettare via un’occasione simile.

Pedro ed El Shaarawy le alternative

La Roma però, nel caso l’affare Perez dovesse chiudersi con una fumata nera, si starebbe muovendo per trovare delle alternative. La prima, quella di maggiore esperienza, porterebbe a Londra e si chiamerebbe, Pedro. L’ex esterno del Barcellona, ormai ai margini della rosa del Chelsea, potrebbe essere un innesto importante ma, forse, poco in linea con le politiche societarie. Secondo Footballnews24.it, Stephan El Shaarawy avrebbe manifestato la volontà di tornare nella Capitale ma l’alto stipendio, che percepisce in Cina, complicherebbe non poco la trattativa.

Loading...

ULTIMA ORA

Atalanta Roma, gara della vita: senza i 3 punti tutto può tornare in discussione

Non sarà certo facile giocarsela contro l'Atalanta di Gasperini. Scontro diretto per un posto all'Europa che conta, Champions League che adesso più che mai...

Roma, adesso sono tutti in discussione

Fonseca, Fienga e Petrachi sembra abbiano perso le redini della squadra ma avrebbero già mosso i primi passi per farla tornare in carreggiata. La sconfitta,...

Roma, Petrachi sul banco degli accusati: si guarda al sostituto

La Roma non sta raccogliendo quanto sperato. Un 2020 da zero in pagella, partendo dalla sfida interna contro il Torino finendo poi alla disfatta...

Roma, Fonseca si prende la colpa: “Io sono il responsabile maggiore”

"E' un problema di testa". Sono state queste le prime parole usate dal portoghese per cercare di analizzare i problemi che da inizio 2020 affliggono...

Roma, Kolarov : “Ora si devono vedere gli uomini”

Le parole di Fonseca e Kolarov sembrano dette dalla stessa persona perché i concetti, i contenuti e i termini, se sono gli stessi, si somigliano. Il...

ROMA-BOLOGNA 2-3, seconda sconfitta consecutiva per Fonseca in campionato

Continua il momento buio della Roma. Sin dai primi minuti di gioco la retroguardia difensiva è andata in difficoltà lasciando diversi spazi agli attaccanti...

ROMA-BOLOGNA, le formazioni ufficiali: Mhkitaryan a sorpresa, out Kluivert

ROMA - Roma-Bologna, anticipo della 23° giornata, con i giallorossi che mirano a conquistare la vittoria contro i felsinei guidati da Sinisa Mihajovic. Il...

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!