in

Mercato Roma, Diogo Dalot altro nome per la difesa

Il terzino portoghese ex Milan è un vecchio desiderio di Mourinho

Roma, rispunta l’obiettivo Dalot

Diogo Dalot torna prepotentemente nei radar di mercato della Roma. Secondo quanto riportato oggi da fichajes.net, la società giallorossa potrebbe decidere di puntare sul terzino portoghese classe 99 che Mourinho aveva già chiesto alla società quest’estate prima che venisse acquistato Viña.

LEGGI ANCHE: Serie A: anticipi, posticipi e dove vedere la Roma dall’ 8^ alla 19^ giornata

Non solo dunque Mazraoui e Bereszynski. Un altro candidato per la fascia destra difensiva della Roma è Dalot, connazionale di Mourinho ed enormemente apprezzato dal tecnico romanista. Il terzino portoghese era stato per un po’ vicino al ritorno al Milan, ma è rimasto alla fine al Manchester United, squadra in cui sta trovando, per il momento, poco spazio. Da qui, il possibile desiderio, da parte del giocatore, di un ritorno in Italia, non al Milan ma alla corte di José Mourinho.

Il ritorno in Italia

Diogo Dalot, difensore del Manchester United

Diogo Dalot potrebbe dunque essere disposto ad un ritorno nel campionato italiano. Nella scorsa stagione, il portoghese ha giocato infatti con la maglia del Milan, e pur non essendo titolare, partendo dietro Calabria e Theo Hernandez nelle gerarchie di Pioli, ha messo in mostra, al suo primo anno in Italia, delle ottime qualità, con 21 presenze in campionato impreziosite da un gol. Una volta terminato il prestito annuale, Dalot è poi ritornato al Manchester United, club con cui ha un contratto in scadenza nel 2023. Alla corte di Solskjær il portoghese però non sta trovando tantissimo spazio.

LEGGI ANCHE: Mourinho e Spalletti, che siparietto: “Non vorrai vincerle tutte?”

Lo scarso impiego da parte dell’allenatore potrebbe portare il giocatore a chiedere la cessione per andare a giocare con maggiore regolarità in un altro club, e la stessa società inglese starebbe valutando la possibilità di lasciar partire nuovamente Dalot in prestito per sei mesi. L’affare sarebbe dunque vantaggioso per il giocatore, per il Manchester, e infine per la stessa Roma, che con un prestito, magari con diritto di riscatto, si assicurerebbe un elemento gradito a Mourinho e che garantirebbe all’allenatore una soluzione in più sia sulla fascia destra che su quella sinistra. Il tecnico giallorosso aspetta con ansia il suo rinforzo per la fascia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Roma, parla l’ex Mexes: “Sono rimasto legato alla capitale, qui sono cresciuto tanto”

Roma, tegola Mourinho: si ferma Abraham