Seguici sui Social

Europa

Roma, Fonseca: “Ajax? Sono fortissimi…”

Le parole di Paulo Fonseca nella consueta Conferenza stampa pre gara che anticipa la sfida di Europa League contro l’Ajax

Avatar

Pubblicato

il

Paulo Fonseca, allenatore della Roma

Da footballnews24.itPaulo Fonseca, tecnico della Roma, ha parlato in conferenza stampa presentando i quarti di Europa League contro l’Ajax. “Sento che la squadra è molto motivata e fiduciosa. Servirà una partita perfetta, l’Ajax è una squadra fortissima, assomiglia al Sassuolo che abbiamo appena affrontato, soprattutto nella prima costruzione. Dobbiamo essere molto concentrati a livello difensivo. In attacco loro sono tra i più forti d’Europa. Hanno tanti calciatori forti nell’uno contro uno, servirà attenzione. Saranno due match equilibrati, si deciderà tutto nella seconda partita“. Fonseca ha poi parlato anche di Edin Dzeko e Jordan Veretout, al ritorno in campo. “La scelta di togliere la fascia a Dzeko la rifarei così come altre scelte sul gruppo. Sulle scelte di campo invece è facile parlarne dopo. Domani Dzeko giocherà, è in buone condizioni. Ci sarà anche Veretout, sta bene, si è allenato ed è pronto“, ha concluso Fonseca.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Europa

Roma-Ajax, i punti di forza e le debolezze dei lancieri nella partita di andata

Analisi sulla squadra di Ten Hag in vista del fondamentale impegno di domani. Tanti dati su cui ragionare per preparare al meglio la partita più importante della stagione.

Davide Mordacchini

Pubblicato

il

Ajax tuttoroma24.it

L’andata dei quarti di finale di Europa League ha visto l’Ajax uscire sconfitto in casa contro la Roma. Alla vigilia della partita di ritorno di domani vale la pena soffermarsi sui punti di forza e sulle debolezze della squadra di Ten Hag.

Possesso palla schiacciante

Se dovessimo basarci solamente sulle statistiche nella partita di giovedì scorso l’Ajax è stata la squadra migliore. La squadra di Amsterdam ha tirato quindici volte, di cui nove in porta. La Roma ha avuto sette occasioni, quattro dei quali nello specchio porta. C’era anche una grande differenza nel possesso palla. Il dato che salta più all’occhio, è il possesso palla: il 65% in favore dei lancieri mentre il 35% per i giallorossi. Notevole anche la differenza nel numero di passaggi. L’Ajax ha effettuato 609 passaggi  con una percentuale di riuscita dell’85%, perdendo palla 135 volte. La Roma ha fatto 320 passaggi  con una percentuale di riuscita del 75%. La squadra di Fonseca ha perso palla 114 volte.

L’attacco

Stando ai numeri, nonostante il rigore sbagliato, Dusan Tadić è stato il migliore fra i suoi, riuscendo a creare tre grandissime occasioni da gol. Oltre al numero 10 anche Davy Klaassen è stato preciso, amicando anche la rete del vantaggio, mentre Brian Brobbey e Antony hanno peccato di lucidità. In particolare l’attaccante brasiliano ha avuto diverse occasioni, fra cui una davvero clamorosa.

L’uomo del centrocampo

Un altro giocatore degno di nota, e non a caso inseguito da diverse squadre fra cui proprio la Roma è stato Ryan Gravenberch. Il centrocampista ha effettuato 58 passaggi in totale, di cui l’83% riusciti. Ha anche servito 2 assist interessanti non sfruttati dai suoi compagni. Gravenberch ha perso metà dei suoi duelli (tre su sei) e ha perso la palla diciotto volte.

La difesa

Il reparto arretrato ha visto protagonisti Martinez e Timber, con quest’ultimo titolare al posto dell’infortunato Daley Blind. Martinez ha effettuato 106 passaggi, mentre Timber ha effettuato 95 passaggi. Entrambi lo hanno fatto praticamente senza sbavature, con una precisione del 92%. Un altro nome da tenere d’occhio per domani sera è quello di Edson Alvarez. Il messicano ha avuto una chiarezza nei passaggi dell’87%, ed ha eseguito quattro intercettazioni. Di solito è un giocatore molto forte in area ma giovedì scorso ha vinto solo quattro duelli aerei su undici. Inoltre, ha causato il calcio di punizione con un fallo che ha permesso alla Roma di pareggiare grazie a Pellegrini.

Il portiere

Va detto che l’errore più evidente della partita è stato quello del giovane portiere Kjell Scherpen, proprio sulla punizione del numero 7 giallorosso. Il portiere ha avuto una precisione di passaggio dell’80% e ha effettuato due parate, una delle quali sul bel tiro dalla distanza di Bryan Cristante ad inizio partita. Nel match di domani sarà regolarmente in campo il rientrante Stekelenburg. Vedremo se anche l’ex romanista subirà un pò di emozione nel giocare nel suo vecchio stadio contro la sua ex squadra. 

Continua a leggere

Europa

Roma-Ajax, convocati, probabili formazioni e dove vederla in tv

La Roma è pronta ad affrontare l’Ajax nella delicatissima partita di domani. Entrambe le squadre hanno diramato la lista dei convocati. Non recupera Smalling, come da programma. Rientro in porta per Stekelenburg con i lancieri.

Davide Mordacchini

Pubblicato

il

Ajax-Roma

La Roma si prepara alla difficile partita di domani contro l’Ajax. Nonostante la vittoria dell’andata, la squadra olandese è assolutamente da non sottovalutare, specialmente fuori casa. In campo europeo gli 11 di Ten Hag hanno sempre fatto molto bene lontano da Amsterdam, come ricorderanno bene sia Real Madrid che Ajax. Nella partita di giovedì scorso se non fosse stato per qualche episodio che, ad essere onesti, ci è andato a favore (vedi rigore parato da Pau Lopez su Tadic) magari sarebbe andata diversamente. Fatto sta che partiamo comunque con un buon vantaggio che però non deve assolutamente farci stare tranquilli e farci giocare poco concentrati.

I convocati di Roma-Ajax

PORTIERI: 13 Pau Lopez, 83 Antonio Mirante, 87 Daniel Fuzato

DIFENSORI: 3 Roger Ibanez, 18 Davide Santon, 23 Gianluca Mancini, 2 Rick Karsdorp, 71 Raul Morichelli, 61 Riccardo Calafiori

CENTROCAMPISTI: 4 Bryan Cristante, 7 Lorenzo Pellegrini, 14 Gonzalo Villar, 17 Jordan Veretout, 42 Amadou Diawara, 55 Ebrima Darboe, 62 Tommaso Milanese, 54 Riccardo Ciervo

ATTACCANTI: 9 Edin Dzeko, 11 Pedro, 21 Borja Mayoral, 31 Carles Perez, 77 Henrick Mkhitaryan

Probabile formazione Roma

Nella conferenza stampa della vigilia il tecnico Fonseca ha ribadito più volte che nella partita di domani la squadra deve giocare con equilibrio e attenzione perché l’avversario è forte, gioca bene a calcio e vuole avere il pallino del gioco. Per l’impegno di domani non riescono a recuperare né Chris Smalling né Leonardo Spinazzola che non sono stati inseriti nella lista dei convocati. Fanno parte della lista anche quattro giocatori della Primavera di Alberto De Rossi. In porta l’eroe di Amsterdam, a riposo contro il Bologna, Pau Lopez. Linea difensiva con Mancini, Ibanez e Cristante. Rientrerà dal primo minuto Rick Karsdorp, assente all’andata per squalifica, e si riapproprierà della fascia destra. Sul lato opposto spazio a Riccardo Calafiori, come annunciato da Fonseca. Mediana composta da Veretout e Diawara, che appare in vantaggio su Villar. Trequarti con Pellegrini e Mkhitaryan a sostegno di Edin Dzeko unica punta.

ROMA 3-4-2-1: Pau Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Karsdorp, Diawara, Veretout, Calafiori; Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko.

Probabile formazione Ajax

L’Ajax ha annunciato questa mattina che Stekelenburg ha recuperato e che giocherà domani sera contro la sua ex squadra. Il portiere arrivò ai giallorossi nel 2011, pagato circa sei milioni di euro. Ha giocato nella capitale per due stagioni, poi un lungo girovagare in Europa tra il 2013 e il 2020 dove ha giocato con il Fulham, il Monaco, il Southampton e l’Everton, prima di tornare alla Johan Cruijff Arena. Il portiere olandese è tornato titolare dell’Ajax dopo che André Onana doveva scontare una squalifica per doping di un anno. L’ex romanista ha fatto molto bene con i lancieri, tanto da essere convocato di nuovo con la nazionale olandese dopo una lunga assenza. Ten Hag per l’impegno di domani ha convocato anche Perr Schuurs e Brian Brobbey ma deve rinunciare a Devyne Rensch, squalificato e agli infortunati Daley Blind, Noussair Mazraoui e Zakaria Labyad oltre al già citato André Onana (squalificato per doping) e all’attaccante Sébastien Haller (non iscritto nella lista per l’Europa League).

AJAX 4-3-3: Stekelenburg; Klaiber, Timber, Martinez, Tagliafico; Klassen, Alvarez, Gravenberch; Antony, Tadic, Neres.

Dove vedere la partita

Roma-Ajax sarà visibile in diretta tv e in esclusiva su Sky alle 21:00 di giovedì 15 aprile. Diretta su Sky Sport Uno (canale 201 del satellite, 472 e 482 del digitale terrestre), Sky Sport (canale 252). Sarà possibile la visione anche in streaming per gli abbonati sulle piattaforme Sky Go e Now.

Continua a leggere

Europa

Roma-Ajax, Karsdorp: “Sono a mio agio qui. Vogliamo superare il turno”

Il laterale olandese Rick Karsdorp, assente all’andata per squalifica, domani sarà regolarmente in campo contro l’Ajax. Il numero 2 giallorosso ha risposto a molte domande in conferenza stampa.

Davide Mordacchini

Pubblicato

il

Rick Karsdorp, terzino della Roma

Rick Karsdorp è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della partita di ritorno dei quarti di Europa League contro l’Ajax. Il laterale olandese ha saltato la gara di andata per squalifica e domani scenderà in campo da titolare, come confermato dal tecnico Fonseca. La gara di domani vale molto e il numero 2 della Roma ne è consapevole.

La conferenza stampa

Che squadra ti aspetti domani?

“L’Ajax è una squadra che vorrà pressarci. È una squadra che vuole avere la palla pertanto mi aspetto una pressione alta da parte loro e che vorrà fare molto possesso palla ma anche noi abbiamo le stesse intenzioni e sarà sicuramente una partita interessante”.

Quante sono le possibilità di passare il turno e quanta soddisfazione ti darebbe vincere contro l’Ajax da ex Feyenoord? Vivi questa partita come un derby?

“Ajax-Feyenoord è una partita speciale, è un derby molto sentito, un po’ come Roma-Lazio. Adesso però sono un calciatore della Roma e non è Rick contro Ajax ma Roma contro Ajax. Mi aspetto una partita bella quanto quella dell’andata ad Amsterdam. Vogliamo superare il turno e lo dimostreremo sul campo”.

Vista la stagione che hai disputato fino ad ora, credi di meritare l’Europeo?

“Negli primi due anni con la Roma ho giocato poco e quest’anno sto tornando sui miei vecchi livelli. Non sono ancora al 100% ma sono sulla strada giusta. Credo che questa domanda vada rivolta a qualcun altro, non a me. Io faccio il mio lavoro, cioè giocare a calcio che è quello che mi piace fare. Voglio continuare così anche la prossima stagione ed adesso devo essere concentrato sulla Roma e non sul Campionato Europeo”.

Che sensazioni speciali ti da affrontare un team olandese?

“È chiaro che è speciale per me che sono olandese ed ho giocato nel campionato olandese. Adesso giocare in Italia contro una squadra olandese è stimolante, bello. L’Ajax è una squadra a cui piace giocare a calcio, fare pressione ma anche a noi piace fare questo tipo di partita. Non vedo l’ora di giocare domani, sarà una partita interessante”.

Hai mostrato una grande crescita dall’inizio di questa stagione. Sei al top della tua maturazione o cosa ti ma ca per esserlo?

“Non direi che sono al top. Un giocatore deve sempre migliorare e io sono ancora giovane. Ho ancora del margine di miglioramento e ho voglia di giocare quante più partite possibile. Voglio giocarle ad alto livello, con regolarità, farmi trovare pronto e questo è il motivo per il quale ho rinnovato con la Roma fino al 2025. Mi sento a mio agio adesso. La scorsa stagione anche è stata importante, fare un passo indietro e tornare al Feyenoord. Adesso sono di nuovo alla Roma e quest’anno sto giocando con regolarità con mister Fonseca e devo continuare ad esprimermi su questi livelli e spero di poterlo fare fino al 2025”.

Nel tuo ruolo, quello di terzino, quali sono le differenze fra il giocare in Italia e il giocare in Olanda. Cosa chiedono di diverso gli allenatori?

“Credo che ci siano molte differenze. Ovviamente dipende dal mister. Il nostro è portoghese e quello dell’Ajax olandese. Probabilmente ci sono delle sfumature tattiche in base alla nazionalità dell’allenatore. In Italia si dice che sia un calcio più tattico, più difensivo ma direi che anche in Olanda si stia prestando più attenzione a questo. Più che altro dipende dal mister e da come vuole giocare, se a 3 dietro o a 5 o con la linea a 4. Credo sia questa la differenza principale”. 

Continua a leggere

Europa

Roma-Ajax, Fonseca: “Dobbiamo giocare con equilibrio e concentrazione”

Il tecnico della Roma Paulo Fonseca analizza il match di domani contro l’Ajax che vale, almeno fino ad ora, l’intera stagione giallorossa.

Davide Mordacchini

Pubblicato

il

Paulo Fonseca, allenatore della Roma

Conferenza stampa di mister Paulo Fonseca alla vigilia della partita di ritorno dei quarti di Europa League che vedrà la Roma affrontare l’Ajax. Domani sera allo stadio Olimpico si decreterà chi passerà il turno e approderà in semifinale, presumibilmente contro il Manchester United. All’andata i giallorossi si sono imposti ad Amsterdam con il punteggio di 2 a 1, con reti di Pellegrini e il capolavoro di Ibanez.

La conferenza stampa

Sky Sport: “Una partita in cui si respira l’aria della grande attesa a livello internazionale. Che tipo di atteggiamento e mentalità vuole vedere in campo domani?”.

“Tutti noi sappiamo che è la partita più importante della stagione fino ad adesso e è importante capire che l’Ajax è una squadra fortissima ed è importante non pensare che alla partita di Amsterdam. Io voglio una squadra che voglia lottare come giovedì scorso. Una squadra con l’atteggiamento visto all’andata e contro il Bologna. Voglio una squadra che voglia lottare per vincere questa partita sapendo che anche loro vorranno vincere ed è una grande squadra ma io so che i ragazzi hanno capito l’importanza di questo momento”.

ESPN Olanda: “L’Ajax ha una grande reputazione in trasferta in Europa, per esempio a Madrid nel 2019. Cosa ne pensa?.

“È proprio per questo che io, come ho già detto dopo la partita di Amsterdam, che il round non è chiuso perché conosco la qualità dell’Ajax e so che loro vogliono arrivare qui per vincere e per noi è importante capire che i giochi non sono ancora finiti. Dobbiamo giocare concentrati e fare una partita perfetta se vogliamo passare il turno”.

Corriere dello Sport: “Calafiori ha sottolineato con garbo che in Italia non c’è coraggio nel lanciare i giovani. Per come lo ha visto ad Amsterdam, può giocare una partita così importante?“.

“Si, Calafiori giocherà domani. È entrato ad Amsterdam molto bene e giocherà”.

Il Romanista: “Fatte alcune analisi abbiamo notato che la Roma a volte concede occasioni da gol banali per semplici disattenzioni di lettura o di postura dei difensori. Nello specifico soprattutto gli esterni in fase di non possesso non chiudono bene le traiettorie e sono attratti dal pallone e non guardano gli attaccanti in area di rigore. C’è stato tempo in questi giorni per far è un ripasso specifico? Le partite a questi livelli si decidono spesso proprio sugli episodi”.

“Si, in questo tipo di partita i dettagli sono molto importanti e anche noi abbiamo fatto le nostre analisi come facciamo sempre e abbiamo lavorato su questi dettagli difensivi. È importante che la squadra rimanga sempre concentrata difensivamente perché loro sono una squadra molto forte in attacco”.

Il Tempo: “Sarà una partita con una forte componente emotiva. Ha preparato qualcosa che possa evitare alla squadra di andare nel panico come ad esempio all’inizio del secondo tempo ad Amsterdam?”.

“Penso che tutti noi abbiamo la capacità di capire che questa è una partita che non possiamo sbagliare. Dobbiamo essere concentrati ed emotivamente equilibrati. L’equilibrio è importante e nella partita di Amsterdam abbiamo avuto una situazione difficile in cui loro hanno fatto gol ma la squadra è rimasta sempre equilibrata ed abbiamo cambiato la partita ed è questo equilibrio emozionale che io voglio vedere domani”.

The Wolfsgrant (Olanda): “Cosa pensa dell’apporto e dello sviluppo di Karsdorp?”.

“Karsdorp sta facendo una grande stagione. Ha imparato molto ed è in fiducia. Penso che ha ancora occasione per migliorare ed imparare di più ma sta facendo molto bene”.

ReteSport: “Un aggiornamento sulle condizioni di Smalling. Può rientrare in campo per l’ultimo mese di stagione?”.

“Smalling ha iniziato adesso il lavoro individue in campo e penso che sarà vicino al rientro. È una questione che deve valutare lui, se si sente in fiducia di poter rigiocare. Penso che sia comunque vicino a rientrare”.

CentroSuonoSport: “Con il Bologna avete sofferto molto la pressione alta e orientata a uomo della squadra di Mihajlovic. L’Ajax non esce uomo su uomo ma è comunque una squadra aggressiva che cerca il recupero alto. La preoccupa quanto visto dai suoi contro il Bologna in uscita bassa sotto pressione?”.

“L’Ajax è una squadra che pressa sempre alto e pressa sempre molto forte in molto momenti uomo su uomo. Noi abbiamo visto proprio questo, abbiamo preparato ed analizzato anche la partita contro il Bologna. Penso che nel secondo tempo abbiamo migliorato questi atteggiamenti e penso che il momento più importante della partita contro l’Ajax sarà uscire dalla loro pressione forte che fanno. Abbiamo lavorato proprio su questo negli ultimi giorni”.

Roma Tv: “Cambierà dal punto di vista tecnico tattico la partita? Come arriva la Roma da un punto di vista mentale e fisico rispetto a sette giorni fa?

“Fisicamente e mentalmente stiamo molto bene. La squadra è motivata ed è cosciente dell’importanza della partita e del momento. Abbiamo preparato strategicamente la partita come facciamo sempre. È una squadra molto forte ma abbiamo preparato tutti i momenti per non lasciare all’Ajax il pallino del gioco”.

Continua a leggere

Europa

Ranking Uefa, la vittoria contro l’Ajax fa salire la Roma in classifica

Grazie alla vittoria ottenuta ad Amsterdam, la Roma sale nella classifica Uefa per club, superando il Porto. Un buon risultato per i giallorossi.

Davide Mordacchini

Pubblicato

il

Ajax-Roma

La vittoria contro l’Ajax di giovedì scorso ha permesso alla Roma è salita nel ranking Uefa: adesso è 15 nella classifica. In cima c’è sempre il Bayern Monaco, seguito da Real Madrid e Barcellona. Il risultato di Amsterdam ha permesso alla società giallorossa di far salire le quotazioni della Roma nel borsino dell’Uefa. La Roma ha scavalcato il Porto, sconfitto in Champions League dal Chelsea e salendo al 15° posto del nuovo ranking. Sono tre le squadre italiane che si trovano nella Top 20 (Juventus al 4° posto, Roma al 15° e Napoli al 20°). Le altre squadre della Serie A sono molto staccate in classifica con Inter al 26°, Atalanta al 27°, Lazio al 34° e il Milan  al 53° posto.

Come si calcola la classifica

coefficienti per club stagionali si basano sui risultati delle squadre che partecipano all’attuale edizione di UEFA Champions League e UEFA Europa League. I ranking, combinati con quelli delle precedenti quattro stagioni, determinano la fascia di ciascun club nei sorteggi delle competizioni UEFA.

Classifica Uefa aggiornata

1. Bayern Monaco 132,000

2. Real Madrid 124,000

3. Barcellona 122,000

4. Juventus 120,000

5. Manchester City 117,000

6. Atlético Madrid 115,000

7. Paris Saint-Germain 112,000

8. Manchester United 106,000

9. Liverpool 100,000

10. Siviglia 98,000

11. Arsenal 95,000

12. Chelsea 91,000

13. Borussia Dortmund 90,000

14. Tottenham 88,000

15. Roma 86,000

20. Napoli 74,000

26. Inter 53,000

27. Atalanta 50,500

34. Lazio 44,000

53. Milan 31,000

Continua a leggere

Europa

Roma, favolosa ad Amsterdam: lo United è più vicino

Fantastico ad Amsterdam. La Roma espugna la Cruijff Arena e si candida prepotentemente per il passaggio del turno. Più di un piede è in semifinale. Danzica è sempre più vicina.

Avatar

Pubblicato

il

Ajax-Roma

Ajax 1-2 Roma, choc per gli olandesi, apoteosi per Fonseca. Pura adrenalina. Il gol di Ibanez nel finale di gara ha ribaltato l’umore dei giallorossi, probabilmente ha anche ribaltato il futuro di una stagione intera. Una vittoria in trasferta in Europa conta davvero tanto, e ha un valore ancora più mistico se conquistato alla Cruijff Arena. Nessuno ci credeva, i tifosi romanisti ci speravano, i giornalisti olandesi erano sicuri della vittoria dei lancieri padroni di casa, tanto da parlare del tecnico della Roma come un “dead man walking“. Possiamo solo immaginare i loro visi a fine gara. Il risultato è il frutto di una gara a tratti bloccata e che nel giro di cinque minuti, come un tuono in una serata estiva, cambia totalmente. Klaassen, Pellegrini e Ibanez sono i marcatori. Ma la vetrina è per i due portieri: dall’eroe Pau Lopez all’errore di Scherpen. In 5 minuti la partita subisce una svolta clamorosa. Rigore per l’Ajax e Tadic dal dischetto si fa ipnotizzare dal portiere giallorosso. 300 secondi dopo e il portiere degli olandesi si fa sfuggire dalle mani una punizione non proprio irresistibile di Pellegrini. La svolta è tutta qui. In questi pochi minuti di pura follia calcistica. Per Fonseca potrebbe esserci il Manchester United (corsaro contro il Granada). Dopo questa vittoria la semifinale non è più un obiettivo insormontabile. Anzi. Il passaggio del turno non è mai stato così alla portata della Roma.

Semifinale ad un passo

Alla Roma per il passaggio del turno serviranno un pareggio o una vittoria. Può bastare anche una sconfitta per 1-0. All’Ajax serviranno invece due gol di scarto per portare a casa il turno successivo. O anche una vittoria con un solo gol di scarto, ma servirà segnarne almeno tre. Servirà un’impresa insomma. Anche perché la Roma che scende in campo in Europa ha tutto un altro piglio rispetto a quella della Serie A. Un’altra forza, un’altra voglia, un’altra fame. Spietata, cinica. Nelle ultime 9 della competizione la Roma ha vinto per ben 8 volte, perdendone solo una contro il CSKA. Con una media gol di 2,5 reti realizzate. Un piccolo passo verso la finale di Danzica. Verosimilmente, qualora dovesse arrivare il passaggio del turno, i prossimi avversari saranno i Red Devils. I pronostici dicono diavolo, ma la lupa non è ancora sazia.

Continua a leggere

Europa

Ajax, Ten Hag: “Sconfitta dolorosa. A Roma più concentrati per batterli”

Nonostante la sconfitta subita per 2 a 1 dalla Roma, il tecnico dell’Ajax Ten Hag appare ottimista in vista del ritorno e lo esprime nella conferenza stampa post partita.

Davide Mordacchini

Pubblicato

il

Erick Ten Hag, Ajax

L’allenatore dell’Ajax Erik ten Hag è ancora fiducioso che la sua squadra possa per le semifinali di Europa League. Come ben sappiamo, la squadra di Amsterdam ha perso l’andata dei quarti contro la Roma per 2 a 1. Dopo l’1-0 di Klaassen, l’Ajax sembrava essere in grande controllo della partita ma nel secondo tempo qualcosa è cambiato. Dusan Tadic ha sbagliato un rigore e Kjell Scherpen ha sbagliato 1-1, anche per merito di un ottimo Pau Lopez e la Roma ha prima pareggiato con Pellegrni e infine vinto nel finale con lo strepitoso gol di Roger Ibanez. Queste le sue parole nel post partita, in conferenza stampa alla Johan Cruijff Arena.

Una sconfitta dolorosa

“Questa è stata una sconfitta dolorosa. Abbiamo giocato una buona partita e non sembrava che la Roma avrebbe segnato, ma lo ha fatto. Li abbiamo aiutati a portare a casa il risultato. Devo comunque fare i complimenti ai miei giocatori per quello che hanno mostrato prima dell’1-1. Dopo il pareggio, non si comunque demoralizzati e hanno cercato anche di vincere”.

La Roma concede, dobbiamo essere bravi a sfruttarne

“E ‘amaro che sia arrivato anche l’1-2, ma devo dire che la squadra ha combattuto anche dopo. Questo è lo spirito che dobbiamo avere a Roma. Abbiamo visto che ci concedono delle occasioni. Ovviamente partiamo già in svantaggio, ma ci impegneremo”. 

Più concentrati a Roma

“Non credo che dobbiamo giocare diversamente a Roma. Abbiamo creato molte opportunità mettendo una buona pressione o mantenendo il possesso palla. Dobbiamo avere un po ‘di fortuna dalla nostra parte e non fare gli stessi errori. In questo caso abbiamo una possibilità. É chiaro che non siamo stati efficaci al 100 per cento. A livello europeo si hanno meno opportunità che in Eredivisie. Dovremo essere più concentrati a Roma”.

Giovedì prossimo il ritorno

Il ritorno tra Roma e Ajax è giovedì 15 aprile alle ore 21 allo Stadio Olimpico. Chi passerà il turno affronterà probabilmente in semifinale il Manchester United, che ha vinto 0-2 contro il Granada nella prima partita dei quarti di finale.

Continua a leggere

Europa

Ajax-Roma, Fonseca: “La Roma rappresenta l’Italia. Quante bugie sono state dette…”

Le “bugie” delle ultime settimane il tema caldo dalle parole di mister Fonseca; e poi: “la Roma sta rappresentando l’Italia in Europa…”

Avatar

Pubblicato

il

Paulo Fonseca, tecnico della Roma

La Roma esce vittoriosa dalla trasferta europea contro l’Ajax, ottima occasione per il tecnico dei giallorossi, Paulo Fonseca che, se prima opera i doverosi complimenti alla squadra per l’importante vittoria conquistata, poi trova il tempo di sfogare la rabbia delle ultime settimane. Andando per gradi: “La Roma ha affrontato la squadra che in Europa, secondo me, ha il miglior attacco. Abbiamo vinto e ci tengo a dire che in questo momento la Roma rappresenta l’Italia”.

Un’affermazione che offre l’assist agli opinionisti Sky di tendere l’agguato mediatico sottolineando le critiche rivolte al tecnico portoghese in questa stagione: “Io non sono italiano – commenta Fonseca – ed è difficile per me capire le critiche in questo Paese. Però posso dire che sicuramente mi hanno dato fastidio le bugie. Le bugie degli ultimi giorni secondo cui ci sarebbe stata una riunione interna per decidere il futuro mio e della Roma. Tutte bugie e questa è certamente la cosa che più mi ha infastidito negli ultimi giorni”. Sky non replica, Fonseca si toglie il sassolino dalla scarpa, aspettando il ritorno di Europa League.

Continua a leggere

Europa

Ajax-Roma 1-2: Pau Lopez illumina, Ibanez firma la rimonta

Avatar

Pubblicato

il

Ajax-Roma

E’ una Roma illuminata quella che esce vittoriosa dallo Johan Cruiff di Amsterdam nella sfida valida per i quarti di finale d’andata di Europa League contro l’Ajax. Una vittoria pesante per gli uomini di Fonseca che, soprattutto grazie a quel rigore parato nella ripresa da Pau Lopez, torna a credere nei propri mezzi riuscendo così a capovolgere il risultato di svantaggio chiuso nella prima frazione di gara grazie alla rete messa a segno da Klaassen per i lancieri.

Il tiro dagli undici metri sbagliato da Tadic all’ottavo minuto del secondo tempo offre grinta e tenacia agli uomini di Paulo Fonseca che, grazie al cuore che da sempre contraddistingue la squadra giallorossa, riesce a rimontare la gara; prima con il calcio di punizione messo a segno da Pellegrini (con grazia ricevuta dal giovanissimo portiere dei lancieri Scherpen), e poi con la fucilata messa a segno da Ibanez a 5 minuti dalla fine del match che, di fatto, regala il primo miraggio semifinale per la Roma. Unico neo della gara è certamente l’infortunio di Spinazzola, fenomenale sulla sinistra fino a quel momento. Una Roma brava a gestire il campo, sollevata nell’anima dagli interventi (numerosi) del proprio portiere, che regalano alla squadra giallorossa ancora più voglia di credere fino in fondo al sogno europeo. Panchina salva, per il momento, per il tecnico portoghese e corsa alla vittoria finale sempre più aperta. Ad Amsterdam passa la Roma, adesso si attende la gara di ritorno.

Continua a leggere

Europa

Roma, quando giocano gli spagnoli si vince

La squadra giallorossa è la più “spagnola” della Serie A. I calciatori iberici, se in campo assieme contemporaneamente, rendono di più e portano risultati maggiori.

Davide Mordacchini

Pubblicato

il

Gonzalo Villar, Roma

La Roma, come ben sappiamo, è l’unica squadra italiana ancora in corsa in Europa. Il suo cammino in Europa League è stato, fin qui, più che soddisfacente e c’è un dato interessante da sottolineare. Nella partita di ritorno degli ottavi contro lo Shakhtar, una delle migliori prestazioni della stagione, la squadra di Fonseca è scesa in campo con ben 5 spagnoli su 11: Pedro, Borja Mayoral, Villar, Carles Perez e Pau Lopez. Nemmeno nella Liga sarebbe facile trovare un club con il 40% della formazione spagnola. Il Real Madrid, ad esempio, ha di media solo due spagnoli in campo. La Roma può contare sul capocannoniere dell’Europa League con sette reti, Borja Mayoral. In mezzo al campo Gonzalo Villar è diventato la prima scelta di Paulo Fonseca, senza alcun dubbio. In attacco Pedro e Carles Perez stanno rendendo a fasi alterne, anche se il numero 31 nella partita contro il Sassuolo ha fatto vedere buone cose, causando anche il rigore del vantaggio. La nota più dolente, se vogliamo esser cattivi, è Pau Lopez. Il portiere pare aver perso sicurezza di partita in partita e il suo addio al termine della stagione è appare ormai scontato.

Calciatori spagnoli e Serie A, non sempre un grande amore

I calciatori spagnoli in Italia non hanno sempre fatto benissimo. Mendieta, eroe in patria ma mediocre alla Lazio ma anche De la Peña o Pep Guardiola, che hanno calpestato i campi della Serie A senza lasciare traccia. Al contrario, qualcosa di simile è accaduto con Antonio Cassano, uno che a Roma conosciamo assai bene. Il “Pibe di Bari vecchia”  passò proprio dai giallorossi al Real Madrid ma dalle parti del Bernabeu se lo ricordano più per la vita nei locali notturni della città che per le prodezze in campo. Senza dubbio lo spagnolo più importante che ha giocato in Italia è stato Luis Suárez, unico Pallone d’Oro spagnolo e leggenda dell’Inter.

Una filosofia di gioco da importare

Va detto che la Roma begli ultimi anni ha assunto una certa tendenza a voler “parlare spagnolo”. Soprattutto quando Luis Enrique sbarcò nella Capitale per guidare i giallorossi nel tentativo (fallito) di importare la filosofia del Barça. Il sistema di gioco si sta trasformando e quasi tutte le squadre ormai praticano quella che in Italia chiamano “costruzione dal basso” e i calciatori spagnoli in questo sono sempre stati molto bravi. Sta di fatto che, nella volta in cui sono stati chiamati in campo tutti insieme, i calciatori iberici hanno risposto presente, sfornando una prestazione di livello. Chi lo sa, magari Fonseca rifletterà anche su questo dato nello stilare le prossime formazioni titolari.

Continua a leggere

In Diretta con Roma Time di Andrea Felici

Le ultime

Ajax tuttoroma24.it Ajax tuttoroma24.it
Europa14 ore fa

Roma-Ajax, i punti di forza e le debolezze dei lancieri nella partita di andata

Analisi sulla squadra di Ten Hag in vista del fondamentale impegno di domani. Tanti dati su cui ragionare per preparare...

Ajax-Roma Ajax-Roma
Europa16 ore fa

Roma-Ajax, convocati, probabili formazioni e dove vederla in tv

La Roma è pronta ad affrontare l'Ajax nella delicatissima partita di domani. Entrambe le squadre hanno diramato la lista dei...

Rick Karsdorp, terzino della Roma Rick Karsdorp, terzino della Roma
Europa17 ore fa

Roma-Ajax, Karsdorp: “Sono a mio agio qui. Vogliamo superare il turno”

Il laterale olandese Rick Karsdorp, assente all'andata per squalifica, domani sarà regolarmente in campo contro l'Ajax. Il numero 2 giallorosso...

Paulo Fonseca, allenatore della Roma Paulo Fonseca, allenatore della Roma
Europa18 ore fa

Roma-Ajax, Fonseca: “Dobbiamo giocare con equilibrio e concentrazione”

Il tecnico della Roma Paulo Fonseca analizza il match di domani contro l'Ajax che vale, almeno fino ad ora, l'intera...

Alessandro Florenzi Alessandro Florenzi
Notizie2 giorni fa

Florenzi: “La maglia della Roma è la mia seconda pelle”

Alessandro Florenzi, attualmente al PSG, ha parlato del suo rapporto con la maglia giallorossa. Il laterale quasi certamente verrà riscattato...

Chris Smalling, difensore del Manchester United Chris Smalling, difensore del Manchester United
Notizie2 giorni fa

Qui Trigoria, individuale per Spinazzola e Smalling, out contro l’Ajax

Ancora allenamento individuale per Chris Smalling. Al momento una sua convocazione per la partita contro l'Ajax appare veramente una speranza...

Mkhitaryan, esterno d'attacco della Roma Mkhitaryan, esterno d'attacco della Roma
Calciomercato Roma2 giorni fa

Calciomercato Roma, Mkhitaryan può rinnovare fino al 2023

Il trequartista armeno Henrikh Mkhitaryan sta valutando la proposta della Roma di estendere il contratto di un ulteriore anno.

Amine Gouiri Amine Gouiri
Calciomercato Roma2 giorni fa

Calciomercato Roma, occhi puntati su Gouiri, il “nuovo Benzema”

Tiago Pinto sta valutando diversi giocatori per la prossima stagione e fra i molti nomi sembra essercene uno nuovo, quello...

Jesse Lingard Jesse Lingard
Calciomercato Roma2 giorni fa

Calciomercato Roma, interesse per Lingard del West Ham

Jesse Lingard sta stupendo tutti in Premier League e non è un caso che stia attirando l'interesse di molti club,...

Mayoral, Roma-Bologna Mayoral, Roma-Bologna
Calciomercato Roma3 giorni fa

Calciomercato Roma, Mayoral ha convinto. Riscatto vicino

La stagione dell'attaccante spagnolo Borja Mayoral, al di sopra delle aspettative, ha convinto la società giallorossa ad acquistarlo a titolo...

Trending