Roma, Pizarro: “Fonseca mi piace ma forse manca qualità”

David Pizarro è stato per molti anni il cervello e il motore della Roma targata Luciano Spalletti. Oggi il giocatore parla della sua Roma paragonandola a quella di Paulo Fonseca

Passato dall’Udinese all’Inter, nel secondo anno di Spalletti alla guida della Roma è stato il primo acquisto di quel mercato estivo e il suo impatto è stato decisivo. Con De Rossi al suo fianco hanno dato vita ad una delle coppie di centrocampo più complete ed importanti del panorama calcistico europeo. Intervistato da Leggo, David Pizarro ha parlato della sua Roma e di quella attuale.

LE PAROLE DI PIZARRO – “La mia era una grande Roma. Eravamo un gruppo unito di 12-13 giocatori che giocava bene contro tutti e che avrebbe meritato di vincere molto di più. Poi mi mandarono via perché volevano fare una rivoluzione cercando di mettere su una squadra vincente e competitiva, ma gli ultimi trofei sono i nostri. Fonseca, comunque, mi piace molto. Ha fatto il massimo visti i tanti infortuni. Sono, però, d’accordo con Dzeko: manca un po’ di qualità e abitudine a giocare a certi livelli. Secondo me, ad esempio, Cristante è un trequartista, deve giocare vicino alle punte e non davanti alla difesa, Veretout è forte ma ha bisogno di un regista. Per me andrebbe preso Verratti ma costa troppo, sarebbe perfetto”.

Loading...

Passato dall’Udinese all’Inter, nel secondo anno di Spalletti alla guida della Roma è stato il primo acquisto di quel mercato estivo e il suo impatto è stato decisivo. Con De Rossi al suo fianco hanno dato vita ad una delle coppie di centrocampo più complete ed importanti del panorama calcistico europeo. Intervistato da Leggo, David Pizarro ha parlato della sua Roma e di quella attuale.

Loading...

LE PAROLE DI PIZARRO – “La mia era una grande Roma. Eravamo un gruppo unito di 12-13 giocatori che giocava bene contro tutti e che avrebbe meritato di vincere molto di più. Poi mi mandarono via perché volevano fare una rivoluzione cercando di mettere su una squadra vincente e competitiva, ma gli ultimi trofei sono i nostri. Fonseca, comunque, mi piace molto. Ha fatto il massimo visti i tanti infortuni. Sono, però, d’accordo con Dzeko: manca un po’ di qualità e abitudine a giocare a certi livelli. Secondo me, ad esempio, Cristante è un trequartista, deve giocare vicino alle punte e non davanti alla difesa, Veretout è forte ma ha bisogno di un regista. Per me andrebbe preso Verratti ma costa troppo, sarebbe perfetto”.

Passato dall’Udinese all’Inter, nel secondo anno di Spalletti alla guida della Roma è stato il primo acquisto di quel mercato estivo e il suo impatto è stato decisivo. Con De Rossi al suo fianco hanno dato vita ad una delle coppie di centrocampo più complete ed importanti del panorama calcistico europeo. Intervistato da Leggo, David Pizarro ha parlato della sua Roma e di quella attuale.

LE PAROLE DI PIZARRO – “La mia era una grande Roma. Eravamo un gruppo unito di 12-13 giocatori che giocava bene contro tutti e che avrebbe meritato di vincere molto di più. Poi mi mandarono via perché volevano fare una rivoluzione cercando di mettere su una squadra vincente e competitiva, ma gli ultimi trofei sono i nostri. Fonseca, comunque, mi piace molto. Ha fatto il massimo visti i tanti infortuni. Sono, però, d’accordo con Dzeko: manca un po’ di qualità e abitudine a giocare a certi livelli. Secondo me, ad esempio, Cristante è un trequartista, deve giocare vicino alle punte e non davanti alla difesa, Veretout è forte ma ha bisogno di un regista. Per me andrebbe preso Verratti ma costa troppo, sarebbe perfetto”.

Loading...

ULTIMA ORA

Atalanta Roma, gara della vita: senza i 3 punti tutto può tornare in discussione

Non sarà certo facile giocarsela contro l'Atalanta di Gasperini. Scontro diretto per un posto all'Europa che conta, Champions League che adesso più che mai...

Roma, adesso sono tutti in discussione

Fonseca, Fienga e Petrachi sembra abbiano perso le redini della squadra ma avrebbero già mosso i primi passi per farla tornare in carreggiata. La sconfitta,...

Roma, Petrachi sul banco degli accusati: si guarda al sostituto

La Roma non sta raccogliendo quanto sperato. Un 2020 da zero in pagella, partendo dalla sfida interna contro il Torino finendo poi alla disfatta...

Roma, Fonseca si prende la colpa: “Io sono il responsabile maggiore”

"E' un problema di testa". Sono state queste le prime parole usate dal portoghese per cercare di analizzare i problemi che da inizio 2020 affliggono...

Roma, Kolarov : “Ora si devono vedere gli uomini”

Le parole di Fonseca e Kolarov sembrano dette dalla stessa persona perché i concetti, i contenuti e i termini, se sono gli stessi, si somigliano. Il...

ROMA-BOLOGNA 2-3, seconda sconfitta consecutiva per Fonseca in campionato

Continua il momento buio della Roma. Sin dai primi minuti di gioco la retroguardia difensiva è andata in difficoltà lasciando diversi spazi agli attaccanti...

ROMA-BOLOGNA, le formazioni ufficiali: Mhkitaryan a sorpresa, out Kluivert

ROMA - Roma-Bologna, anticipo della 23° giornata, con i giallorossi che mirano a conquistare la vittoria contro i felsinei guidati da Sinisa Mihajovic. Il...

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!