Roma, quantità o qualità. Qual è il vero problema?

Questo è il momento più delicato della gestione Fonseca: morale bassissimo e pochissimo, quasi nessun, margine d'errore. La Roma domani sera affronterà una squadra con qualche assenza ma in piene fiducia e con il morale altissimo. I giallorossi devono rispondere subito per proseguire la lotta al quarto posto.

Il momento è delicato, si sa. Mancano molti, quasi tutti i giocatori di maggior qualità eccezion fatta per Dzeko e Kolarov. Il bosniaco e il serbo torneranno, venerdì sera, torneranno fra i titolari e si riprenderanno i loro rispettivi ruoli. Il problema maggiore è centrocampo dove, con la squalifica di Pellegrini e gli acciacchi di tutti gli altri, la coperta è cortissima, quasi non c’è.

In primo momento si era pensato che Pastore, visti i pochissimi minuti giocati nel derby e il riposo concessogli nella partita contro il Sassuolo, potesse essere della partita, se non al 100%, almeno al 90%. Invece il “Flaco” continuerebbe a sentire molto fastidio a causa dell’edema osseo che lo tiene fermo dal 2 novembre. Stesso discorso vale per Perotti che, non essendo al 100%, è in dubbio quanto Pastore. Incognita ancora più grande è Mkhitaryan. L’armeno, il vero colpo del mercato estivo della Roma, è ancora fermo ai box ma sarà convocato e, se i due argentini non ce la faranno, potrebbe essere la sorpresa dell’11 titolare. Secondo il Corriere della Sera, l’ultima idea di Fonseca sarebbe quella di avanzare Mancini a centrocampo per spostare sulla linea dei trequartisti uno fra Cristante e Veretout. 

Ora la Roma, non per colpe proprie, a differenza di quello che ha detto capitan Dzeko al termine del match contro il Sassuolo, non ha un problema di qualità ma di quantità. Il grande numero degli infortuni non ha mai permesso a Fonseca di poter scegliere la formazione migliore. Ora la quantità degli infortuni sta inficiando anche sulla qualità della formazione titolare.

Loading...

Il momento è delicato, si sa. Mancano molti, quasi tutti i giocatori di maggior qualità eccezion fatta per Dzeko e Kolarov. Il bosniaco e il serbo torneranno, venerdì sera, torneranno fra i titolari e si riprenderanno i loro rispettivi ruoli. Il problema maggiore è centrocampo dove, con la squalifica di Pellegrini e gli acciacchi di tutti gli altri, la coperta è cortissima, quasi non c’è.

Loading...

In primo momento si era pensato che Pastore, visti i pochissimi minuti giocati nel derby e il riposo concessogli nella partita contro il Sassuolo, potesse essere della partita, se non al 100%, almeno al 90%. Invece il “Flaco” continuerebbe a sentire molto fastidio a causa dell’edema osseo che lo tiene fermo dal 2 novembre. Stesso discorso vale per Perotti che, non essendo al 100%, è in dubbio quanto Pastore. Incognita ancora più grande è Mkhitaryan. L’armeno, il vero colpo del mercato estivo della Roma, è ancora fermo ai box ma sarà convocato e, se i due argentini non ce la faranno, potrebbe essere la sorpresa dell’11 titolare. Secondo il Corriere della Sera, l’ultima idea di Fonseca sarebbe quella di avanzare Mancini a centrocampo per spostare sulla linea dei trequartisti uno fra Cristante e Veretout. 

Ora la Roma, non per colpe proprie, a differenza di quello che ha detto capitan Dzeko al termine del match contro il Sassuolo, non ha un problema di qualità ma di quantità. Il grande numero degli infortuni non ha mai permesso a Fonseca di poter scegliere la formazione migliore. Ora la quantità degli infortuni sta inficiando anche sulla qualità della formazione titolare.

Il momento è delicato, si sa. Mancano molti, quasi tutti i giocatori di maggior qualità eccezion fatta per Dzeko e Kolarov. Il bosniaco e il serbo torneranno, venerdì sera, torneranno fra i titolari e si riprenderanno i loro rispettivi ruoli. Il problema maggiore è centrocampo dove, con la squalifica di Pellegrini e gli acciacchi di tutti gli altri, la coperta è cortissima, quasi non c’è.

In primo momento si era pensato che Pastore, visti i pochissimi minuti giocati nel derby e il riposo concessogli nella partita contro il Sassuolo, potesse essere della partita, se non al 100%, almeno al 90%. Invece il “Flaco” continuerebbe a sentire molto fastidio a causa dell’edema osseo che lo tiene fermo dal 2 novembre. Stesso discorso vale per Perotti che, non essendo al 100%, è in dubbio quanto Pastore. Incognita ancora più grande è Mkhitaryan. L’armeno, il vero colpo del mercato estivo della Roma, è ancora fermo ai box ma sarà convocato e, se i due argentini non ce la faranno, potrebbe essere la sorpresa dell’11 titolare. Secondo il Corriere della Sera, l’ultima idea di Fonseca sarebbe quella di avanzare Mancini a centrocampo per spostare sulla linea dei trequartisti uno fra Cristante e Veretout. 

Ora la Roma, non per colpe proprie, a differenza di quello che ha detto capitan Dzeko al termine del match contro il Sassuolo, non ha un problema di qualità ma di quantità. Il grande numero degli infortuni non ha mai permesso a Fonseca di poter scegliere la formazione migliore. Ora la quantità degli infortuni sta inficiando anche sulla qualità della formazione titolare.

Loading...

ULTIMA ORA

Atalanta Roma, gara della vita: senza i 3 punti tutto può tornare in discussione

Non sarà certo facile giocarsela contro l'Atalanta di Gasperini. Scontro diretto per un posto all'Europa che conta, Champions League che adesso più che mai...

Roma, adesso sono tutti in discussione

Fonseca, Fienga e Petrachi sembra abbiano perso le redini della squadra ma avrebbero già mosso i primi passi per farla tornare in carreggiata. La sconfitta,...

Roma, Petrachi sul banco degli accusati: si guarda al sostituto

La Roma non sta raccogliendo quanto sperato. Un 2020 da zero in pagella, partendo dalla sfida interna contro il Torino finendo poi alla disfatta...

Roma, Fonseca si prende la colpa: “Io sono il responsabile maggiore”

"E' un problema di testa". Sono state queste le prime parole usate dal portoghese per cercare di analizzare i problemi che da inizio 2020 affliggono...

Roma, Kolarov : “Ora si devono vedere gli uomini”

Le parole di Fonseca e Kolarov sembrano dette dalla stessa persona perché i concetti, i contenuti e i termini, se sono gli stessi, si somigliano. Il...

ROMA-BOLOGNA 2-3, seconda sconfitta consecutiva per Fonseca in campionato

Continua il momento buio della Roma. Sin dai primi minuti di gioco la retroguardia difensiva è andata in difficoltà lasciando diversi spazi agli attaccanti...

ROMA-BOLOGNA, le formazioni ufficiali: Mhkitaryan a sorpresa, out Kluivert

ROMA - Roma-Bologna, anticipo della 23° giornata, con i giallorossi che mirano a conquistare la vittoria contro i felsinei guidati da Sinisa Mihajovic. Il...

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!