in

Fonseca: “Lavoro per far vincere la Roma. Ragioniamo partita per partita”

Paulo Fonseca, allenatore della Roma
Paulo Fonseca, tecnico della Roma

La Roma di Paulo Fonseca si prepara alla partita di domani contro il Torino alle ore 18:00. Il tecnico portoghese ha tenuto la consueta conferenza stampa alla vigilia della trasferta piemontese. L’allenatore dei giallorossi ha predicato calma e volontà di pensare partita dopo partita.

Sky Sport – Contro l’Ajax abbiamo visto una grande prova difensiva dopo che la Roma aveva messo una grande prova offensiva nelle precedenti partite. Cosa manca per avere una sintesi fra grande attenzione difensiva e grande rendimento in attacco?

“Penso che in ogni partita abbiamo una strategia. Nella maggior parte della stagione molti hanno detto che la Roma era la squadra che giocava meglio, la squadra più offensiva. In queste due partite con l’Ajax abbiamo preparato i match con una strategia diversa contro una grande squadra, soprattutto nella ritorno dopo aver vinto l’andata. Non sono queste due parte difensive che caratterizzano la nostra squadra ma quando abbiamo bisogno possiamo utilizzare questa strategia senza problemi”.

Sky Sport – Lei ha il potere di spaccare a metà l’opinione pubblica, tifoseria e stampa. Chi da un giudizio positivo del suo lavoro, chi da un giudizio negativo. Si è mai posto la domanda: cosa potevo fare di più per spostare la percentuale a mio vantaggio?

“Io non lavoro per convincere le persone, io lavoro per la Roma. Lavoro per far vincere la Roma. È normale, quando si vince abbiamo più persone dalla nostra parte e quando si perde succede il contrario. È con me ma con tutti gli allenatori. Penso che la cosa più importante è fare il bene della Roma”.

Gazzetta dello Sport – Come sta Smalling dopo la notte che ha passato sia fisicamente e se può tornare con l’Atalanta

”Vediamo, stiamo valutando tutti i giorni la condizione di Smalling. Ha iniziato a lavorare e quando sarà in fiducia ritornerà ma sta già molto meglio”.

Corriere dello Sport – Dopo le partite di Europa League la Roma ha perso più della metà dei punti disponibili (18 su 33). Cosa manca a questa squadra per essere competitiva ai massimi livelli sul doppio fronte?

”Questa è una stagione particolare. Posso fare molti esempi di altre squadre che giocano bene in Europa ma perdono magari in campionato. Prima di giovedì il Villarreal che ha perso con l’Osasuna, così come il Bayern ha pareggiato in casa. L’Arsenal sta al 10° posto. Succede anche che le squadre che giocano ogni tre giorni hanno meno giocatori disponibili, come il Bayern che ha giocato senza sei giocatori. Questo influenza anche i risultati”. 

Il Romanista – Pensa anche lei che con la stessa concentrazione vista nella partita di giovedì applicata al campionato la Roma avrebbe evitato certi passi falsi? Il fatto di aver trovato questa solidità difensiva è solo una questione difensiva è solo l’effetto di una strategia per una partita o può cambiare in parte o può cambiare in parte l’identità della sua squadra?

“No, l’ho già detto prima. È stata solo strategia per questa partita contro l’Ajax. Non cambiamo la nostra identità. Vogliamo ritornare già domani ad essere una squadra offensiva, una squadra che ha l’iniziativa. Si, magari con più concentrazione possiamo fare meglio in campionato come fatto contro l’Ajax”.

Il Tempo – Quanto è importante non arrivare settimi e prendere un posto in Europa League?

“Non penso già alla fine del campionato ma solo alla prossima partita. Quello che è importante è pensare che la partita contro l’Ajax è finita e ritornare al campionato. La nostra ambizione è vincere la prossima partita contro il Torino. Dobbiamo fare una buona partita se vogliamo vincere contro il Torino che sta in un buon momento”. 

ReteSport – Pastore potrebbe partire titolare contro il Torino?

“Dovete aspettare domani per vedere”.

TeleRadioStereo – Le partite con Torino e Atalanta, grazie anche agli altri scontri diretti potrebbero essere decisive per sperare ancora nel quarto posto?

“Quello che è importante è vincere la prossima partita. Io penso solo alla prossima contro il Torino”.

CentroSuonoSport – Lei ha lavorato in molte realtà e in Italia ci sono molte squadre con tanti esuberi. È un problema di reclutamento di giocatori funzionali?

“Penso che è importante avere una rosa compatta ma penso che non è l’esempio della Roma. Qui praticamente tutti i giocatori hanno giocato e hanno fatto parte delle mie scelte”.

RomaTv – Il campionato è molto importante. Queste partite di Serie A possano aiutare per ritrovare la forma di quei giocatori che magari possono diventare decisivi anche in Europa?

“Penso partita per partita e farò le migliori scelte per domani ragionando sulla questione fisica e tattica. È importante capire che abbiamo obiettivi per il campionato e voglio la mia squadra concentrata per la partita contro il Torino”.

RomaRadio – A partite da domani cosa vorrebbe vedere in campionato delle partite di Europa League?

“Magari la stessa concentrazione, la stessa determinazione e la stessa aggressività difensiva. È importante che la squadra faccia una partita sicura in fase difensiva”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Roma Braga

Torino-Roma: probabili formazioni e dove vederla in tv

Muriel, Attaccante

Calciomercato Roma, per l’attacco sondaggio per Muriel