in

Roma-Atalanta, Fonseca: “Affrontato una grande squadra con personalità”

Paulo Fonseca, allenatore della Roma

Ecco le parole dell’allenatore Paulo Fonseca rilasciate ai microfoni di DAZN al termine dall’incontro pareggiato dalla Roma contro l’Atalanta.

Manca qualcosa dal punto di vista tecnico, del carisma?

E’ difficile da spiegare. Giocare contro queste squadre è sempre molto difficile ma abbiamo sbagliato nei momenti decisivi. Oggi abbiamo fatto una buona partita ma non abbiamo vinto. Abbiamo affrontato una grande squadra”.

Buona partita ma a due facce. Nel primo tempo forse avete lasciato troppe occasioni all’Atalanta. E’ più contento per la reazione che ha avuto la squadra o preoccupato dal primo tempo?

“Non dimentichiamo che l’Atalanta ha vinto le ultime nove partite. Anche così abbiamo deciso di rischiare e abbiamo pressato alto. Non abbiamo lasciato costruire l’Atalanta. Loro hanno avuto tante occasioni in contropiede. Abbiamo sbagliato quando abbiamo perso la palla e nelle marcature preventive. Nel secondo tempo abbiamo giocato meglio ma la squadra ha mostrato personalità”.

Posizione ibrida di Cristante. Ha avuto gli effetti che sperava metterlo in marcatura?

Sì. Abbiamo sbagliato molto quando perdevamo la palla in avanti. Cristante ha fatto una buonissima partita ma non è stato l’unico a fare marcature preventive. Ci sono altri giocatori”.

Non si può dare più possibilità alla copia Dzeko-Mayoral con qualche minuto in più per avere 2 riferimenti invece di uno solo?

Ci abbiamo già provato e non ha funzionato. La squadra non è pronta a giocare con due attaccanti. Ci abbiamo provato a giocare a due e i risultati non mi sono piaciuti. Non è importante solo giocare con due attaccanti ma anche gli uomini dietro. Questo cambia l’identità della squadra. Abbiamo un solo giorno per preparare ogni partita e questo è difficile per noi”.

Merito dell’Atalanta se all’inizio non avete trovato la chiave giusta?

Merito dell’Atalanta. Non ho visto nessuna squadra qui giocare contro l’Atalanta avendo la palla. Loro marcano bene, uomo a uomo, non è facile uscire da questa pressione individuale ma penso che oggi la squadra ha tentato e ha creato. È vero che nel primo tempo non abbiamo avuto tante occasione per andare avanti ma questo è stato merito dell’Atalanta”.

Sta lavorando di più sul possesso palla? A che punto siete per la gara col Manchester?

“Per noi è una preoccupazione Abbiamo giocato con l’Ajax e non abbiamo avuto molto la palla, col Torino anche e in settimana ci abbiamo lavorato. Nel primo tempo abbiamo avuto più la palla dell’Atalanta e non è facile con loro. Per me controllare la partita con il possesso palla è molto importante”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cristante, Roma

Roma-Atalanta, ripresa ad alti ritmi ma non basta. È 1 a 1 con l’Atalanta

Leonardo Spinazzola, terzino della Roma

Chi sono i giocatori della Roma convocati per gli Europei 2020?