in

Roma-Atalanta, ripresa ad alti ritmi ma non basta. È 1 a 1 con l’Atalanta

Cristante, Roma
Cristante, Roma

La Roma si sveglia solo nel finale e ottiene un pareggio contro l’Atalanta nella partita di oggi pomeriggio. Un match molto ricco di occasioni, da una parte e dall’altra. Nel corso dei primi 45 minuti molto meglio la squadra di Gasperini che va in vantaggio con Malinovskyi al 26° che segna sfruttando un cross dalla sinistra verso il centro dell’area di Gosens e battendo Pau Lopez. In precedenza alcune parate decisive dell’estremo difensore spagnolo che nulla può però sul gol ma che sarà nuovamente decisivo su Zapata al minuto 34. L’ Atalanta continua la sua pressione offensiva e la Roma appare in sofferenza e incapace di organizzarsi.

Un secondo tempo scoppiettante

Nel corso della ripresa subito un cambio per Fonseca che richiama Calafiori (problema fisico per il laterale mancino, da valutare) e fa entrare al suo posto Bruno Peres. La prima parte del secondo tempo vede però sempre i bergamaschi in attacco nel tentativo di raddoppiare, con importanti occasioni di Romero e Gosens, imprecisi sotto porta. È proprio quest’ultimo il protagonista del match. Al minuto 69 l’arbitro Calvarese estrae il secondo giallo per un fallo su Veretout e la Dea resta in 10. Da questo momento la Roma comincia a prendere fiducia e a proporre gioco. Al 74° Muriel si divora un gol già fatta calciando fuori solo davanti il portiere. È però questione di un minuto che arriva il gol del pareggio giallorosso, al 75°. L’ex Bryan Cristante, con un tiro angolato e potente dalla lunga distanza, ristabilisce la parità in campo. Adesso è la Roma che fa la partita e che prova a ribaltare il match. Fonseca mette in campo anche Carles Perez al posto di Villar e Borja Mayoral al posto di Mkhitaryan per l’assalto finale. Il risultato però rimane invariato, nonostante una grande occasione creata dal numero 31 spagnolo che però trova l’opposizione del portiere avversario Gollini. Ultimo minuto concitato con espulsione per doppia ammonizione di Ibanez e punizione dal limite fortunatamente calciata alta da Muriel. Un peccato per ciò che ha messo in campo la squadra giallorossa nella ripresa. Un pareggio che non serve a nulla ma che ci evita un’altra sconfitta con Gasperini, bestia nera di Paulo Fonseca da quando allena in Italia. Un atteggiamento, però, quello messo in campo nel finale dal quale ripartire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lorenzo Pellegrini

Roma-Atalanta: convocati, probabili formazioni e dove vederla in tv

Paulo Fonseca, allenatore della Roma

Roma-Atalanta, Fonseca: “Affrontato una grande squadra con personalità”