in

Sassuolo-Roma, un pareggio che serve a troppo poco

Sassuolo-Roma
Sassuolo-Roma

Al Mapei Stadium di Reggio Emilia si gioca Sassuolo-Roma che vale per la 29° giornata di Serie A. La Roma con Pau Lopez fra i pali, difesa a tre con Karsdorp arretrato in difesa, Cristante e Mancini. Bruno Peres e Spinazzola sulle fasce con Pellegrini e Diawara al centro. Carles Perez ed El Shaarawy dietro l’unica punta Borja Majoral.

Comincia meglio il Sassuolo ma poi esce la Roma

Inizio arrembante del Sassuolo che va vicino al gol con Traore al minuto 5 con un tiro di sinistro che esce di poco. Buona occasione per la Roma all’8º con El Shaarawy  sulla sinistra che appoggia dietro per la corrente Carles Perez, destro di prima che centra lo specchio della porta ma trova la schiena di un difensore del Sassuolo. La prima vera opportunità per sbloccare il match però è del Sassuolo con il palo con Maxime Lopez all’11 che prende il palo con una bella imbucata centrale. Spinazzola al 12° mette in mezzo e Carles Perez di mezza girata trova la pronta risposta di consigli. Primo giallo per la Roma al minuto 14 per Diawara per un fallo sul numero 8 del Sassuolo Lopez. Pallino del gioco a favore del Sassuolo nella primo quarto d’ora di gioco. Avvolgente la manovra degli uomini di De Zerbi e troppi errori della Roma nella fase di disimpegno.

Minuto 23, vantaggio giallorosso con Pellegrini

La partita cambia al minuto 23: Carles Perez si dimostra il più ispirato fra i suoi e con una grande azione, prova a smarcarsi Marlon. Fallo del difensore del Sassuolo che lo stende in area di rigore e nessun dubbio per l’arbitro Pairetto: è rigore. Dal dischetto va l’ex di turno Lorenzo Pellegrini che spiazza il portiere neroverde Consigli sul lato destro. 5º centro in campionato per il capitano dei giallorossi e vantaggio per la Roma. Dalla stagione 2014-15 nessun giocatore romano e romanista Aveva segnato 5 reti in campionato. L’ultimo era stato Francesco Totti. Al minuto 30 lancio di Cristante dalle retrovie con Borja Majoral che stoppa perfettamente in corsa e solo davanti al portiere sbatte sul numero 47 neroverde. Squadra che prende coraggio e copre bene il campo, non dando spazio agli avversari per impostare il gioco. Minuto 41 grande contropiede con Spinazzola che manda Pellegrini al tiro dai 20 metri: destro a giro del numero 7 e palla vicinissima al palo. Spinazzola, intensità, qualità e continuità di gioco. Al minuto 43 secondo cartellino giallo della Roma per Pellegrini. Dalla stagione 2014-15 nessun giocatore romano e romanista Aveva segnato 5 reti in campionato. L’ultimo era stato Francesco Totti. Prima frazione di gioco che termina con il vantaggio giallorosso, decide il rigore di Lorenzo Pellegrini siglato al minuto 26 e procurato da Carles Perez.

Le parole di Pellegrini al termine dei primi 45 minuti

“Serviva un episodio che facesse svoltare la partita. L’importane è stare in vantaggio e vincere la partita. Siamo più stretti dietro per chiudere gli spazi agli avversari.”

Tante occasioni per il Sassuolo e arriva il pareggio

Nessun cambio all’inizio del secondo tempo. La Roma contiene senza difficoltà. Occasione clamorosa per il pareggio del Sassuolo con Boga. Raspadori imbuca Traore sulla destra che mette al centro per Boga che a 2 passi dalla porta spara alto. Passano 3 minuti e ancora il Sassuolo vicinissimo al gol con un bel tiro di Raspadori, con Pau Lopez che devia in angolo. Proprio da questa occasione arriva il pareggio del Sassuolo. Roma che si fa sorprendere da palla inattiva. Al minuto 58 calcio d’angolo di Lopez, spizzata di Djuricic e Traore tutto solo davanti alla porta mette dentro con il petto e punteggio che torna in parità 1 a 1. La grande occasione per riportarsi in vantaggio arriva un minuto dopo con El Shaarawy che davanti a Consigli si fa ipnotizzare dal portiere neroverde e gli tira addosso. La Roma prova a riprendere il pallino del gioco. Al minuto 65 bella punizione di Lorenzo Pellegrini con Consigli che si allunga sulla sinistra a mette in calcio d’angolo. 

La Roma torna in vantaggio al minuto 68

Spinazzola, straripante per intensità, qualità e continuità di gioco galoppa sulla sinistra e  mette in mezzo dove arriva Bruno Peres dal lato opposto che con un destro all’angolino porta il risultato sul 2 a 1 per i giallorossi. Al minuto 74 il primo cambio della Roma, esce El Shaarawy, al quale si può rimproverare poca freddezza sotto porta, ed entra in campo Jordan Veretout. Un rientro importante quello del francese in vista del match di giovedì contro l’Ajax. Pellegrini avanza e Veretout si mette al fianco di Diawara. La Roma subito dopo il gol pare essere in controllo della partita con il Sassuolo che sembra accusare il colpo. Altro cambio per la Roma al numero 83 con Edin Dzeko al posto di Borja Majoral. 

Raspadori fissa il punteggio sul 2 a 2

Il Sassuolo prova a sfondare in attacco e trova nuovamente il gol del pareggio al minuto 85. Oddei in area mette in mezzo dove buca la marcatura Cristante e Raspadori insacca alle spalle di Pau Lopez. Roma che cerca l’assalto finale. Ammonito Cristante, che, diffidato salterà il prossimo impegno contro il Bologna. 3 minuti di recupero. Tanto disordine in campo con tutte e 2 le squadre che provano il tutto per tutto ma invano. Finisce 2 a 2 al Mapei Stadium fra Sassuolo e Roma. Reti di Pellegrini su rigore per la Roma e di Traore e Raspadori per il Sassuolo. Un punto che non muove la classifica. Roma che scende al 7º posto, a 51 punti a meno 5 dal Napoli quarto ma con una partita in meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Domenico Berardi, Sassuolo

Sassuolo-Roma, numeri a confronto fra le due squadre

Paulo Fonseca, Roma

Sassuolo-Roma, Fonseca: “Abbiamo creato tanto, non mi aspettavo il pareggio”